testi e versi di A. Ruccello, E. Moscato R. Cappuccio, L. Wertmuller. regia: Isa Danieli

 

Un percorso di donna e di attrice che ha attraversato e attraversa i generi più di- versi delle forme teatrali esistenti. Dal gradino più basso, quello della Sceneg- giata, alla tragedia greca di Euripide e di Eschilo, fino ad incarnare le parole di au- tori contemporanei che hanno scritto per lei. Da L. Wertmuller a U. Chiti, Ruccello, Santanelli, Moscato, fino al recente Rug- giero Cappuccio. Una tradizione teatrale antichissima, tradita e amata al tempo stesso. Parole soffiate fino al cuore di chi ascolta, per trattenerle, perchè rimbalzino in un’eco mai rassegnato e muto. “Sono contenta di condividere con voi un privile- gio specialissimo: quello di aver dato voce, per un quarto di secolo, ad autori che hanno scritto per me storie che narravano quegli e questi anni: la forza, la fragilità,

i vizi e le virtù dei personaggi che ho in- terpretato, sono imbrigliati nei ricordi e in questa lettura ce n’è una testimonianza, che voglio salutare insieme a voi .

Share

No comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>